Ricerca avanzata
Home Catalogo Storia contemporanea

Storia contemporanea

Vi proponiamo 104 libri

Costruire insieme
La bilateralità nelle costruzioni: storia dell'Ente Livornese Cassa Edile 1962-2012

Autore:  Stefano Gallo

Collana:  fuori collana (0)

L'edilizia è un settore dove da sempre vige il lavoro precario: i cantieri si aprono e si chiudono in continuazione, gli operai vengono assunti fino alla fine dei lavori, poi devono cercare un altro impiego. Ben prima di diventare familiare all'intero mondo del lavoro in Italia, la precarietà ...


L'istituto consolare tra Sette e Ottocento
Funzioni istituzionali, profilo giuridico e percorsi professionali nella Toscana granducale

Autore:  Marcella Aglietti

Collana:  Storia e Politica (10)

La profonda trasformazione che l'istituto consolare subì tra Sette e Ottocento non è stata finora sottoposta a uno studio organico nella prospettiva della storia delle istituzioni politiche. L'autrice, a partire dall'analisi del ruolo svolto dai consoli esteri e propri del ...


Storia e rivoluzione
Saggio su Antonio Gramsci

Autore:  Carmelo Calabrò

Collana:  Storia e Politica (12)

Questo libro indaga l'intreccio tra analisi critica della storia italiana e prospettiva rivoluzionaria nel pensiero di Antonio Gramsci. Della fase precarceraria, sono messi in luce contrasti e complementarietà tra i giudizi sull'età giolittiana e la ricerca di una via alla rivoluzione ispirata ...


Le due facce della Croce
Giunta Pisano tra un profumiere ebreo e le leggi di Bottai

Autore:  Lorenzo Carletti, Cristiano Giometti

Collana:  microstorie d'arte (2)

Pisa nel Ventennio. Un dipinto medievale riscoperto, improvvisamente assurto alla ribalta delle mostre internazionali. Un industriale ebreo di origine russa alle prese con autarchia e leggi razziali. Una vendita segreta, favorita da autorità locali e nazionali, in barba alla legislazione ...


L'armistizio del 1943 nella città di Livorno
Autore:  Gabriele Coscione

Collana:  fuori collana (0)

"Per tutta la giornata le vie della città hanno risuonato del lugubre eco di colpi di arma da fuoco. La popolazione, che al mattino era apparsa numerosa per le vie, si è, a poco alla volta, allontanata, parte a piedi e parte con i treni, che, pur senza alcun orario come è comprensibile, ...