Ricerca avanzata
Home Catalogo Filosofia, Scienze umane

Filosofia, Scienze umane

Vi proponiamo 653 libri

Filosofia Prima (1923-24) Seconda parte
Teoria della riduzione fenomenologica

Autore:  Edmund Husserl
A cura di  Paolo Bucci

Collana:  philosophica (43)

Nel semestre invernale 1923-24 Husserl teneva all'Università di Friburgo un ciclo di lezioni, allo scopo di offrire una introduzione generale alla fenomenologia trascendentale. Il corso era suddiviso in una prima parte, intitolata Storia critica delle idee, e in una seconda, dal titolo Teoria ...


La dimensione interna del significato
Esternismo, internismo e competenza semantica

Autore:  Sara Dellantonio

Collana:  filosofia (102)

Al di là delle diverse interpretazioni di cui è stato fatto oggetto, il significato è innanzitutto qualcosa che gli individui comprendono. La sua comprensione si basa sul possesso di una competenza semantica che descrive le capacitè e le conoscenze di cui un soggetto deve disporre al fine di ...


Teoria 2008-2. Eurosofia
La filosofia e l'Europa

Autore:  aa.vv.

Collana:  Teoria. Rivista di filosofia fondata da Vittorio Sainati (6)

Nell'Europa della moneta unica sembra avere il sopravvento la logica del richiamo identitario da parte delle singole nazioni, quasi che un sentire comune non possa nascere che dalla paura del diverso e dall'esclusione di un "altro" – etnico, religioso, culturale – che in realtà all'Europa ...


Dimensioni della soggettività
Autore:  aa.vv.
A cura di  Massimo Barale

Collana:  Memorie e atti di convegni (28)

La soggettività di cui hanno posto il problema non è mai stata, per i grandi pensatori dell'età moderna, sinonimo di discrezionalità. Nella dimensione soggettiva delle proprie esperienze, hanno al contrario cercato principi in grado di orientarci circa un senso per tutte vincolante. Aiutandoci ...


Eurollywood
Il difficile ingresso della cultura
nella costruzione dell'Europa

Autore:  Luciana Castellina
Introduzione di  Alfonso M. Iacono

Collana:  philosophica (54)

Il titolo Eurollywood è provocatorio. Sta a indicare che la cultura attraverso cui comunichiamo più che europea è americana, veicolata dalla massiccia presenza sul mercato delle pellicole hollywoodiane.
E' così anche perché, nella costruzione ...