Ricerca avanzata
Home Le Collane parva philosophica

parva philosophica

logo


comitato scientifico

Leonardo Amoroso, Paolo Cristofolini, Adriano Fabris,
Alfonso M. Iacono, Stefano Perfetti

 

vedi anche la collana philosophica

Recensione  Video/Booktrailer

Senso e indifferenza
Un clusterbook di filosofia

Autore:  Adriano Fabris

Collana:  parva philosophica (7)

Questo è un clusterbook. Anzi, vorrebbe essere il primo della serie. Clusterbook: l'anello di congiunzione tra il libro di carta e il blog. Clusterbook: un libro aperto il cui contenuto si espande. Ciò che in esso è scritto, infatti, il lettore lo può commentare, sviluppare, contestare: ...


Il mostruoso e l'amore
Saggi su Platone

Autore:  Günter Figal
A cura di  Annamaria Lossi

Collana:  parva philosophica (6)

I testi raccolti in questo volume sviluppano delle prospettive filosofiche orientandosi ai dialoghi platonici e rivolgendosi sia a studiosi di Platone che a non specialisti di filosofia. Questi testi si appropriano del diritto di porre i pensieri platonici in contesti nuovi e rinunciano ...


Sulla mia attività di scrittore
Autore:  Søren Kierkegaard
A cura di  Andrea Scaramuccia

Collana:  parva philosophica (5)

Sulla mia attività di scrittore uscì a Copenaghen nel 1851, dopo che per almeno un lustro il suo autore, Søren Kierkegaard, si era sforzato di redigere una sorta di "guida alla lettura" della sua complessa produzione letteraria, composta di opere pubblicate in parte col proprio nome e in parte ...


Introduzione a Martin Heidegger
Autore:  Günter Figal
A cura di  Annamaria Lossi

Collana:  parva philosophica (4)

Introdurre il pensiero di Martin Heidegger ad un pubblico specialistico non si delinea come un'impresa molto difficile. Al contrario di altre introduzioni, tuttavia, Günter Figal riesce a concepire e a realizzare un'opera che mette l'intero percorso di pensiero e di vita del grande filosofo ...


Il caso che disturba
Spunti e appunti sul naturalismo darwiniano

Autore:  Lorenzo Calabi

Collana:  parva philosophica (3)

L'uomo è un prodotto casuale dell'evoluzione del mondo? O il mondo è stato formato per il fine dell’uomo? Naturalismo e finalismo, caso e prescienza, intelligenza e moralità. Spunti e appunti intorno a un'idea "sgradevolissima a molti", l’inesistenza di salti nella scala della natura; e ...